Insegne luminose dei negozi: i 5 errori da evitare del fai da te

Pubblicazione: 6 febbraio 2018 00:00
Argomento: News
iStock-464356885

Da diverso tempo, ormai, i negozi hanno aperto le porte della propria comunicazione alle insegne luminose per catturare l'attenzione del potenziale cliente. Diversamente dalle grandi aziende però, che si affidano ad aziende specializzate nell'ideazione e nella realizzazione di insegne di alto livello qualitativo, i negozi tendono a scegliere la strada del "fai da te", con il rischio di incappare in banali errori.

Alcune delle aziende italiane leader del settore, come Eliosneon, hanno iniziato a offrire i propri prodotti e servizi anche ai commercianti e ai liberi professionisti, realizzando su misura insegne luminose sostenibili e di grande efficacia. Se hai intenzione di creare una nuova insegna per al tua attività, il consiglio è di affidarsi a loro. Nel frattempo, ecco una breve lista di 5 errori da evitare nel "fai da te".

1. Non scrivere troppo

Il primo errore da evitare è inserire nell'insegna del negozio troppe scritte. L'occhio umano è in grado di concentrarsi su un solo elemento alla volta: se lo aiuti a concentrarsi su un unico messaggio hai più probabilità di colpire la sua attenzione e di essere ricordato.


2. Non parlare di servizi e prodotti

In linea con il primo punto, è meglio evitare di utilizzare le insegne luminose per spiegare i prodotti o i servizi che vendi. Il cliente è spesso bombardato di immagini e parole: più riesci a essere specifico, più conquisterai la sua fiducia.


3. Evita scritte troppo piccole

Le scritte dell'insegna devono essere realizzate con criteri e proporzioni ben definiti per non disperdere la forza comunicativa. Scrivere piccolo non serve a nulla: meglio usare font (caratteri) facilmente leggibili.


4. Non usare troppi colori

Insegne luminose troppo colorate creano grossi problemi di lettura a colpo d'occhio, perché impediscono a chi la legge di concentrarsi sul messaggio. Molto meglio limitarsi al massimo a due colori che garantiscono l'efficacia della comunicazione.


5. Fatti forza con il brand del fornitore

Dai sempre la precedenza al logo del tuo fornitore più "forte" rispetto al tuo (sempre che tu ne abbia uno) all'interno dell'insegna del negozio. Mescolare i due loghi può creare confusione nella testa dei clienti: meglio farsi forza con un brand già noto.